sabato 15 novembre 2008

CONTEMPLAZIONE


Tengo lo sguardo
fisso all’infinito
dove tutto si muove
eppure non si vede.
Contemplo le fisse
stelle del firmamento
distanti l’un dall’altra
da un gran vuoto.
Ecco ciò che separa
l’uomo peccatore
dalla divin sapienza
dell’Iddio Creatore.


Poesia di ARTURO GUZZARDI

Nessun commento:

Abbà Padre

Gesù è morto anche per te!

Si è verificato un errore nel gadget
Loading...

Copyright

Questo blog e' un prodotto amatoriale e non editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001. Premesso che tutto il materiale pubblicato su Internet e' di dominio pubblico, se qualcuno riconoscesse proprio materiale con copyright e non volesse vederlo pubblicato sul blog, non ha che da darne avviso agli autori del blog , e sara' immediatamente eliminato. Si sottolinea inoltre che cio' che e' pubblicato sul blog e' a scopo di approfondimento, di studio e comunque non di lucro.