giovedì 20 novembre 2008

Perché credere in Dio?

Chi è questo Dio in cui credono i cristiani? Che aspetto ha? Cosa significa avere fede?
Dio è il nome dato al creatore della vita. Infatti, o crediamo in Dio creatore, o dobbiamo credere che tutto avviene per caso. Non è facile provare l'esistenza di Dio con pura ragione, quasi che l'esistenza di Dio sia la conclusione di un ragionamento logico. Ma, allo stesso modo, non possiamo portare una prova logica dell'amore, eppure questo non significa che l'amore non esiste! Il meraviglioso sistema solare e il mondo in cui viviamo richiedono un esperto modellatore, un architetto, un ingegnere e un artista. Questo grande essere noi lo chiamiamo Dio.

Noi esseri umani viviamo nel tempo, abbiamo un inizio ed una fine. E siccome siamo fatti così tendiamo a pensare che anche per Dio sia la stessa cosa. Ma la Bibbia ci dice che Dio non ha inizio né fine. Egli non è soggetto al tempo come lo siamo noi. Lo spazio non ha inizio né fine, perché si distende in maniera illimitata. Troviamo difficile afferrare questo concetto perché le nostre menti sono limitate. Possiamo capire solo ciò che vediamo e conosciamo, e pensiamo che questo sia tutto ciò che può essere.


Ma Dio è molto più grande di quello che le nostre menti possono afferrare. Egli c'è da sempre: non cambia mai, né invecchia come facciamo noi. Dio è l'unica cosa che non cambia in mondo mutevole. Il mondo che Dio ha fatto è di una bellezza e un ordine straordinari. L'intero mondo della natura mostra chiaramente i segni di un progetto e presuppone l'esistenza di leggi naturali. Piantiamo il bulbo di un narciso ed ecco spuntarne il fiore.


Il minuscolo uovo nel corpo di una donna viene fecondato, ed ecco che si sviluppa un bimbo con tutto il complicato meccanismo di orecchie e occhi, mente e cuore. Ma nessun genitore può donare la vita a quel bambino. È Dio che dona la vita _ quello strano, intangibile mistero che resiste ad ogni analisi e che nessuno, tranne Dio, può creare.


Non possiamo vedere Dio, sebbene tutto intorno a noi sia segno della sua presenza operante. Ma ci sono molte cose nella nostra vita quotidiana che non possiamo vedere il vento, l'elettricità, l'aria, le onde radio eppure sappiamo che ci sono.
Non possiamo vedere l'amore, eppure sappiamo che c'è nelle persone che si preoccupano per noi. non possiamo vedere Dio con i nostri occhi, ma sappiamo nel profondo di noi stessi che egli c'è. Dio non ha un corpo umano come il nostro. Questo non significa che non abbia una personalità. Gesù disse: Dio è spirito. Egli è pieno di forza attiva e di vita, senza limiti di tempo o di spazio. Anche noi abbiamo uno spirito, un'anima. Essa è la fonte di tutti i nostri ideali, speranze e pensieri.

Dio è tutto questo, ma alla perfezione. Non c'è da sorprendersi se Gesù ha affermato che è proprio questo Dio grande, padre di tutti, che dobbiamo adorare in spirito e verità

1 commento:

PDBmaster ha detto...

Bel trsto. Semplice e profondo ad un tempo.
Grazie.

Abbà Padre

Gesù è morto anche per te!

Si è verificato un errore nel gadget
Loading...

Copyright

Questo blog e' un prodotto amatoriale e non editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001. Premesso che tutto il materiale pubblicato su Internet e' di dominio pubblico, se qualcuno riconoscesse proprio materiale con copyright e non volesse vederlo pubblicato sul blog, non ha che da darne avviso agli autori del blog , e sara' immediatamente eliminato. Si sottolinea inoltre che cio' che e' pubblicato sul blog e' a scopo di approfondimento, di studio e comunque non di lucro.